Solfato di potassio Acquario

Se siete specialisti dell'acquario o lo tenete da tempo, saprete già che mantenere le piante verdi è un lavoro aggiuntivo rispetto all'allevamento dei pesci. Avrete notato che è facile che le vostre piante diventino gialle o marroni. Se ciò accade, le piante hanno una carenza di potassio. Di tutti i nutrienti di cui hanno bisogno le piante d'acquario, il potassio è l'unico che non si può ottenere dal cibo dei pesci. Questa mancanza di potassio può essere risolta utilizzando l'opzione solfato di potassio. Diamo un'occhiata ai componenti di cui hanno bisogno le piante d'acquario:

Le piante hanno bisogno di macro e micronutrienti per il loro ciclo vitale e le piante d'acquario non fanno eccezione.

Componenti necessari alle piante d'acquario

Il macronutrientiQuesti sono i nutrienti necessari in quantità maggiori. Questi componenti sono: azoto (N), fosforo (P), potassio (K), calcio (Ca), magnesio (Mg) e zolfo (S).

Il micronutrienti sono i nutrienti di cui le piante hanno bisogno in quantità minori, i cosiddetti microelementi: ferro (Fe), rame (Cu), zinco (Zn), manganese (Mn), boro (B) e molibdeno (Mb).

Importanti macronutrienti come nitrati e fosfati vengono forniti alle piante attraverso il mangime e i rifiuti organici generati dai pesci, mentre i micronutrienti necessari possono essere ottenuti cambiando l'acqua del rubinetto.

Tuttavia, il potassio è un macronutriente che non viene generato in acquario né può essere ottenuto in modo significativo cambiando l'acqua; pertanto, per il mantenimento delle piante in acquario sarà necessario un apporto di potassio. Il solfato di potassio è il composto più comunemente usato per estrarre il potassio.

Dosaggio consigliato Solfato di potassio Acquario di potassio

Quando si sceglie il dosaggio appropriato di solfato di potassio per l'acquario, è necessario prendere in considerazione alcuni fattori come i seguenti:

  • Le dimensioni dell'acquario.
  • Il numero di piante all'interno.
  • Il tipo di pianta presente nell'acquario.
  • L'illuminazione che avete.
  • Frequenza dei cambi d'acqua

A raccomandazione per un acquario standard sarebbero i seguenti importi:

50 grammi di solfato di potassio mescolati con 1 litro d'acqua, mescolare bene e lasciare riposare per 24 ore. Quindi, per ogni 100 l di acqua dell'acquario, aggiungere circa 20 ml di soluzione. La frequenza con cui aggiungere 20 ml di solfato di potassio per 100 ml di acqua è ogni 15 giorni, al momento del cambio dell'acqua dell'acquario.

 

In questo video potete vedere un esempio di preparazione del solfato di potassio per acquari:

 

Come notare la carenza di potassio in acquario?

La carenza di potassio nelle piante d'acquario può diventare evidente quando le foglie iniziano a diventare un po' più chiare, fino a quando le aree bianche diventano trasparenti se non vengono trattate. Nei casi peggiori, iniziano a formarsi dei buchi nelle foglie.

È inoltre consigliabile concimare se le piante vengono inserite prima dei pesci, in quanto non avranno alcun nutrimento.

Il solfato di potassio non viene utilizzato solo per le piante d'acquario. Viene utilizzato anche per la concimazione delle piante secche, poiché il potassio è uno dei nutrienti essenziali. Per saperne di più questa sezione.

Acquistare il solfato di potassio

Per saperne di più

Solfato di potassio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Carrello della spesa
Torna su