Carbone attivo in acquario

Il carbone attivo in acquario svolge il compito di purificare l'acqua. Il carbone attivo Il carbone attivo funziona legando le particelle tossiche presenti nell'acqua, per cui la presenza di carbone attivo nell'acquario porterà a un'acqua più limpida.

IN ACQUA DOLCE

Viene utilizzato per due scopi principali:

  • Smaltimento dei farmaci nell'acquario. Al termine del processo con il farmaco, si utilizza il carbone attivo per rimuovere eventuali residui. Si prende il carbone attivo in polvere, lo si mette in una calza o in una rete e lo si colloca nell'acquario per 24 ore. Dopo 24 ore avrà assorbito tutto il farmaco e l'acqua sarà pura.
  • Se le piante sono state piantate e il substrato è stato spostato, l'uso di carbone attivo è utile anche per rimuovere i resti del substrato.

IN ACQUA MARINA

Negli acquari marini sono presenti molte tracce di elementi chimici nell'acqua. Il carbone attivo, nella sua capacità di adsorbire le particelle presenti nell'acqua, rischia di mangiare i sali presenti nell'acqua di mare, compreso il calcio di cui i coralli hanno bisogno per il loro sviluppo.

Ci sono due casi in cui il carbone attivo è necessario nell'acquario.

  • Se, ad esempio, in un acquario marino, il substrato e le pietre vengono spostati e fuoriescono, ad esempio, le alghe diatomee, queste rimangono a galla e possono spostarsi verso i coralli, distruggendoli. Per questo motivo sarebbe necessario utilizzare il carbone attivo per almeno 24 ore.
  • Nel caso degli anemoni, è necessario anche un filtro a carbone attivo. Un anemone, quando muore, è in grado di uccidere tutto ciò che avete nell'acquario. È inoltre necessario installare immediatamente un filtro a carbone attivo.

ALTRI USI DEL CARBONE ATTIVO

Filtri per acqua a carbone attivo
Filtri dell'aria a carbone attivo

Acquista il carbone attivo

Per saperne di più

Carbone attivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Carrello della spesa
Torna su